COLLABORAZIONI – Democenter e Confindustria Modena per l’open innovation

Modena, 12 settembre – La Fondazione Democenter ha organizzato per Confindustria Modena il ciclo di incontri “Scenari e modelli per fare innovazione d’impresa” che prenderà avvio il 24 settembre e si concluderà, attraverso tre pomeriggi tecnici e due incontri finali, entro la fine dell’anno. Obiettivo: favorire la diffusione di buone pratiche realizzate da imprese che sperimentando l’open innovation hanno adottato nuovi modelli di business.

Secondo diversi sondaggi condotti a livello internazionale tra manager – ad esempio da IBM e dalla Intelligence Unit dell’Economist – l’innovazione del modello di business è ritenuta persino più importante di quelle di prodotto di servizio o di processo nei prossimi anni. L’open innovation è una teoria elaborata dal professor Henry Chebrough, direttore della Haas School presso l’Università di Berkeley a San Francisco. Si fonda sul principio della condivisione della conoscenza, favorita dal successo inarrestabile di internet.

In un mondo come quello attuale nel quale la conoscenza viene largamente diffusa ed è distribuita, l’idea di fondo è che le aziende debbano sempre più attrezzarsi per realizzare la propria attività di R&D non solo all’interno dei propri centri ma in altri centri internazionali, Università, laboratori privati e pubblici.

Il ciclo di incontri si propone così di introdurre le imprese e gli imprenditori di Confindustria Modena alle metodologie dell’open innovation, alle tecniche per riprogrammare il modello di business aziendale o ai nuovi modi di fare fund raising nell’ambito dell’attività di ricerca e sviluppo con l’utilizzo delle nuove piattaforme di crowdfunding o di sharing. Ma anche per esplorare alcuni scenari come quelli inerenti l’ingresso dei robot in ampi settori della vita quotidiana, per comprendere le prospettive che possono aprire per le aziende che operano soprattutto nei settori dell’elettronica, dell’ICT e della meccanica.

 

Menu