Come accedere ai bandi pubblici e/o come catturare investitori privati. OPPORTUNITA’ PER NUOVE IMPRESE

Una 2 giorni promossa della Fondazione  Democenter ha aperto la stagione della caccia ai finanziamenti  2015 per le aziende del territorio modenese.

I bandi rivolti alle nuove startup per accedere agli incubatori d’impresa di Spilamberto e Mirandola, i bandi regionali rivolti alle imprese innovative e all’introduzione di nuove tecnologie ICT nelle Piccole e medie imprese, e ancora i bandi europei Horizon 2020: tutto questo sul fronte pubblico. Poi la parte privata, mediante la presentazione e la promozione di nuove imprese innovative ad un gruppo di investitori privati. La Fondazione Democenter di Modena ha dato il via nei giorni scorsi alla serie di iniziative che in questa prima parte dell’anno si rivolge alle imprese del territorio che nei prossimi mesi dovranno attrezzarsi per concorrere ai finanziamenti disponibili.
Giovedì a Spilamberto, presso la sede del Tecnopolo, numerosi imprenditori e rappresentanti di associazioni hanno quindi potuto sentire direttamente la presentazione delle linee guida relative ai bandi pubblici di prossima emanazione. Un primo approccio generale ad una materia delicata e cruciale per le imprese modenesi, le informazioni di base per iniziare a muoversi in un panorama complesso, ricco di potenzialità, ma anche altamente competitivo.
Nel corso dell’iniziativa di Spilamberto, il Rettore dell’Università di Modena e Reggio Emilia, Angelo Oreste Andrisano, ha sottolineato la vicinanza dell’Ateneo ai progetti riguardanti il lancio di nuove imprese, confermando l’intensa collaborazione con la Fondazione Democenter e la necessità di valorizzare ulteriormente quelle università che più si impegnano nel trasferimento di conoscenze e competenze alle imprese del territorio.
Sempre a Spilamberto è stato presentato anche il caso di Archon Techologies, startup modenese tenuta a battesimo da Democenter, sviluppata in California, testata in Cile e recente vincitrice di un bando europeo. Archon sviluppa una tecnologia di videosorveglianza basata sull’impiego di droni, in grado di interagire tra loro e sul territorio, e di alimentarsi autonomamente mediante piattaforme specifiche. E’ l’esempio di come si possa sviluppare un’idea in parallelo al perfezionamento della tecnologia che la rende concretamente realizzabile e quindi pronta per il mercato.
La stessa Archon è stata tra le imprese protagonista dell’evento che si è tenuto ieri (venerdì 15) presso la sede della Camera di Commercio, dove 9 delle startup emerse dal progetto Intraprendere, gestito da Democenter, promosso da Istituzioni e Associazioni di categoria e sostenuto da Banche e Fondazioni modenesi, hanno illustrato i loro progetti di sviluppo a un gruppo di investitori locali e nazionali, dai Business Angels a Intesa San Paolo, passando dai facilitatori di Seedlab. Coordinati e sollecitati da Emil Abirascid, giornalista e blogger fondatore di StartupBusiness.it, gli investitori hanno ragionato di opportunità potenziali e di problemi reali. I giovani imprenditori, per nulla scoraggiati, hanno spiegato cosa stanno facendo e perché si dovrebbe investire sulle loro idee, sui loro progetti e sui loro prodotti. La qualità delle proposte e la determinazione di chi le ha presentate, fanno ben sperare in funzione di un miglioramento di quella percentuale.
Le attività di presentazione e promozione delle possibilità di finanziamento all’innovazione delle imprese modenesi, proseguirà la settimana prossima con un’iniziativa che Democenter ha programmato per le 17.00 di giovedì 22 presso la sala Consigliare di Formigine.

Menu