Nuove tecnologie per la Meccanica: ADDITIVE MANUFACTURING, 25 marzo Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari”

L’incontro, organizzato da Fondazione Democenter in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” dell’Università di Modena e Reggio Emilia, ha lo scopo di introdurre  imprenditori e tecnici del settore meccanico alle caratteristiche e alle potenzialità di queste tecnologie, presentando i primi esempi applicativi di successo.

La manifattura additiva (Additive Manufacturing, AM) è una modalità produttiva che, utilizzando tecnologie anche molto diverse tra loro, consente di realizzare oggetti 3D (componenti, semilavorati o prodotti finiti) per deposizione di strati successivi di materiale.

Es di quanto accade con le più diffuse tecniche produttive tradizionali, con le quali gli oggetti vengono realizzati per asportazione di materiale (lavorazioni con macchine utensili) o per saldatura di pezzi distinti. Con le tecnologie AM, viceversa, il pezzo viene realizzato (“stampato”) tramite l’aggiunta progressiva di materiale a partire dal modello virtuale 3D ottenuto con il CAD, senza utilizzare utensili o stampi. Questo comporta un’innovazione sostanziale in termini di geometrie e funzionalità dei prodotti, di tipologia dei materiali utilizzati (plastiche, leghe metalliche, compositi), di consumi energetici e costi di produzione, di organizzazione logistica, di time-to-market.

Programma:

17.00  –  “Opportunità e potenzialità industriali dell’Additive Manufacturing”, Andrea Gatto – Professore Ordinario di Tecnologie e Strumenti di Lavorazione, Università di Modena e Reggio Emilia.

17.45 – Esempi di applicazioni dell’Additive Manufacturing nel settore meccanico, Alessandro Campioli – direttore tecnico R.B. s.r.l.

 

INVITO

25 marzo 2015 dalle 17.00 alle 18.30

a Modena in via Vivarelli, 10

aula P1.1 dell’edificio 25 del Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari”

La partecipazione all’iniziativa è gratuita previa iscrizione.

Info: m.ardoino@fondazionedemocenter.it

Menu