UniCredit e Democenter: Start up in primo piano a Modena Una giornata dedicata alle opportunità per le giovani imprese

MODENA, 1 aprile 2015 – Start up in primo piano oggi al Polo Tecnologico di Modena, presso la Facoltà di Ingegneria. Qui infatti UniCredit e Democenter hanno realizzato una giornata dedicata alle nuove idee imprenditoriali e, soprattutto, al sostegno che specifiche iniziative possono garantire per lo sviluppo delle nuove realtà imprenditoriali ad alto potenziale.
Nel corso dell’incontro cui hanno preso parte Enzo Madrigali, Direttore Democenter; Giuseppe Zanardi, Direttore Area Commerciale  Modena UniCredit; e Giusy Stanziola, Territorial & Sectorial Development Plans UniCredit, sono stati illustrati ad una platea composta da una decina giovani imprenditori dell’area modenese i dettagli di una specifica piattaforma ideata per accompagnare lo sviluppo delle start up locali.

L’iniziativa ha preso il via con la presentazione del Progetto UniCredit  – Democenter in tema di supporto alla nuova imprenditoria e alle start up. Da più di 5 anni è stretta la collaborazione tecnica tra UniCredit e Democenter per affiancare ed aiutare le nuove imprese nella valutazione e nell’allestimento dei business plan; contando anche su numerosi momenti di networking e di condivisione di iniziative sul territorio a supporto delle nuove imprese. Su circa 55 neo imprese (rilevazione CCIAA 2014 sull’area modenese) 11 sono state seguite da UniCredit e Democenter, soprattutto per quel che concerne la partecipazione a specifici bandi.
“Passare da un’idea ad una startup e poi da questa ad un progetto imprenditoriale completo, in grado di competere sul mercato, portando servizi e prodotti nuovi. In questi anni – rileva il Presidente della Fondazione Democenter-Sipe, Erio Luigi Munari – abbiamo operato insieme per selezionare idee e progetti di qualità, ma soprattutto già pronti a recepire a pieno la spinta derivante dall’accesso a finanziamenti adeguati. La collaborazione tra UniCredit e Democenter  ha creato un modello di lavoro di grande interesse e, ne sono certo, destinato a svilupparsi ulteriormente a tutto vantaggio del territorio e delle imprese”.

L’incontro è quindi proseguito con un approfondimento sull’edizione 2015 di UniCredit Start Lab, piattaforma di servizi di accelerazione, coaching, training manageriale e risorse finanziarie di UniCredit.

“Il progetto – ha spiegato Giusy Stanziola, Territorial & Sectorial Development Plans UniCredit – si rivolge alle startup innovative di tutti i settori con un programma  di accelerazione che si articola in numerose azioni per dare forza alle idee imprenditoriali. Ad esempio l’assegnazione di premi in denaro, attività di mentoring, di sviluppo del network, formazione mirata e servizi bancari ad hoc”
“Spesso si parla di innovazione e startup, senza l’indicazione di un percorso preciso per un giovane che vuole diventare imprenditore – ha sottolineato Giuseppe Zanardi, Direttore Area Commerciale  Modena UniCredit – con questa iniziativa e con specifici progetti come UniCredit Start Lab, il nostro Gruppo mette in atto un’azione sinergica con università, incubatori, acceleratori d’impresa e investitori per supportare dalla fase di lancio a quella di espansione le idee più innovative e contribuire così al rilancio del nostro Paese. L’innovazione è la base per competere e crescere  la richiede il mercato e ancor più i clienti. Oggi noi investiamo risorse nello sviluppo di soluzioni all’avanguardia che consentano di ideare nuovi prodotti e servizi. Vogliamo continuare a puntare sul futuro del nostro Paese, caratterizzato da giovani brillanti che hanno bisogno  di un partner esperto e specializzato affinché si crei un nuovo concetto di economia e nuova occupazione, vera linfa vitale per l’Italia”.

Della propria esperienza, supportata nel tempo anche da UniCredit Start Lab, hanno parlato Enrico Giuliani e Mary Franzese, cofondatori e – rispettivamente – Amministratore Delegato e Cmo (Chief Marketing Officer) di Neuron Guard, una startup innovativa che sviluppa un sistema integrato di protezione cerebrale per pazienti con ictus, trauma cranico grave e arresto cardiaco.

L’iniziativa è stata quindi conclusa con un Focus sulle modalità per l’accesso al credito delle startup utilizzando il Fondo Centrale di Garanzia.

 

Menu