L’INCUBATORE KNOWBEL FA IL PIENO DI IMPRESE INNOVATIVE In questi mesi il Tecnopolo Terre di Castelli si è assicurato la partecipazione attiva di altre 9 start up innovative, portando a 12 il numero delle imprese coinvolte

E’ un Tecnopolo in piena attività quello collocato tra Spilamberto e Vignola e che fa riferimento al territorio dell’Unione Terre di Castelli: l’incubatore Knowbel, gestito da Fondazione Democenter-Sipe, ha visto crescere rapidamente il proprio ruolo di catalizzatore di innovazione con l’ingresso di 9 start up innovative e il consolidamento delle altre giovani imprese già presenti.

Sono tutte aziende ad alto contenuto di innovazione: dall’ICT all’automazione elettronica, dall’e-commerce all’automotive, dall’industria 4.0 all’innovazione sociale.
Progetti e programmi di sviluppo molto articolati, ma solidamente ancorati al territorio:
“Come amministratori dell’Unione Terre di Castelli continuiamo a sostenere il Tecnopolo convinti che rappresenti il luogo della ricerca e, con essa, dell’innovazione, a favore delle imprese. In particolare – sostiene Emilia Muratori, Presidente dell’Unione Terre di Castelli- l’incubatore Knowbell offre l’opportunità, soprattutto a giovani talenti, di trasformare le loro idee in progetti d’impresa, potendo contare su strutture e servizi all’avanguardia, su percorsi di alta formazione e su consulenze qualificate. E’ dunque evidente quanto l’attività del Tecnopolo possa contribuire allo sviluppo economico dei nostri territori e per questo vada valorizzata.”

Il Tecnopolo quasi al completo degli spazi disponibili, è un risultato ottenuto grazie ai programmi di facilitazione e accelerazione messi a disposizione della struttura, ma anche e soprattutto a seguito della compattezza evidenziata dal territorio nel seguire i progetti di innovazione proposti da Democenter: “La scelta della Fondazione di sostenere il progetto UBA – afferma Gloria Vignali, Vice Presidente della Fondazione di Vignola – si sta rivelando proficua per lo sviluppo del territorio di competenza, in particolar modo per quanto riguarda il settore tecnologico. L’incubazione di nuove startup e le attività di accelerazione che Knowbel garantisce, rappresentano una fase concreta per la creazione di nuove imprese giovanili, che ci auguriamo possano al più presto contribuire alla crescita economica della nostra collettività.”

“Numero, varietà, passione, l’incubatore Knowbel, che Democenter conduce all’interno del Tecnopolo Terre di Castelli, sta vivendo un periodo di grande fermento, con attività che proseguono e si consolidano e altre che prendono avvio e si sviluppano rapidamente. E’ un segnale – conclude Erio Luigi Munari, Presidente di Fondazione Democenter-Sipe- che arriva al territorio e che dal territorio trae linfa e sostegno: l’ulteriore dimostrazione che l’innovazione crea sempre altra innovazione”. E, infatti, il processo di crescita non si ferma alla “piena occupazione” degli spazi. L’incubatore Knowbel continuerà a svilupparsi proponendo sostegno e servizi alle start up attive sul territorio e intenzionate ad accelerare il proprio processo di crescita.

Comunicato stampa
Allegato “Le startup”
Rassegna stampa

Menu