I laboratori collegati a Democenter

TRE LABORATORI DELL’UNIVERSITA’ DI MODENA E REGGIO EMILIA PRESENTI NEL TECNOPOLO DI MODENA E QUINDI DIRETTAMENTE COLLEGATI ALLE ATTIVITA’ DELLA FONDAZIONE DEMOCENTER.

ALTRI TRE NUOVI LABORATORI COLLOCATI NEL TECNOPOLO DI MIRANDOLA E GESTITI DALLA FONDAZIONE DEMOCENTER IN COLLABORAZIONE CON UNIMORE.

STRUTTURE PER LA RICERCA DI LIVELLO ASSOLUTO, MA IN GRADO DI OPERARE IN RAPPORTO DIRETTO CON LE IMPRESE DEL TERRITORIO, TRASFERENDO CONOSCENZA E RICEVENDO IN CAMBIO NUOVI STIMOLI E COLLABORAZIONE.

L’OBIETTIVO DELLA FONDAZIONE DEMOCENTER, INFATTI, E’ DI RENDERE ACCESSIBILI AL SISTEMA PRODUTTIVO LE COMPETENZE, LE STRUMENTAZIONI E I RISULTATI OTTENUTI DALLA RICERCA.

IN PIU’, IL COLLEAMENTO CON LA RETE AD ALTA TECNOLOGIA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA, SEMPRE PIU’ PORTALE DI ACCESSO AI MAGGIORI CENTRI DI RICERCA INTERNAZIONALI.

 

I LABORATORI DEL TECNOPOLO DI MODENA: 

 

Intermech MOREricerca industriale

Direttore,  Prof. Francesco Pellicano

 

Il Centro interdipartimentale, a cui afferiscono Docenti e Ricercatori del Dipartimento di Ingegneria “E. Ferrari” (DIEF)  di Modena,  del Dipartimento di Scienze Fisiche Informatiche e Matematiche (FIM) di Modena e del Dipartimento di Scienze e Metodi dell’Ingegneria (DISMI) di Reggio Emilia offre alle imprese servizi specialistici di ricerca industriale per:

  • simulazione e progettazione avanzata per la meccanica, motoristica e automotive;
  • soluzione di problematiche legate al comportamento dinamico delle macchine;
  • energetica;
  • progettazione di materiali e sistemi meccatronici;
  • ottimizzazione delle superfici di contatto per problemi di attrito e usura.

Svolge le attività di ricerca correlate anche nei settori ICT, materiali e superfici, meccatronica, design industriale.

Ad Intermech lavorano oltre 100 fra docenti e ricercatori universitari e giovani ricercatori non strutturati assunti a progetto.

 

 AIRI – Artificial Intelligence Research and Innovation Center 

Direttore,  Prof. Roberto Vezzani

 

Il Centro promosso dal Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” (DIEF) e dal Dipartimento di Economia “Marco Biagi” promuove, coordina e svolge attività di ricerca applicata, industriale e di trasferimento tecnologico nel settore ICT, con competenze in

  • Sviluppo software per sistemi informatici e sistemi informativi;
  • Tecnologie visuali e analisi di dati multimediali;
  • Applicazioni ICT per l’elettronica, l’automatica e le telecomunicazioni;
  • Infrastrutture e sistemi distribuiti, mobili e cloud;
  • Modelli di Business, marketing e organizzazione delle imprese.

A Softech oggi operano 40 docenti e ricercatori dell’ateneo e più di 35 giovani ricercatori non strutturati

 

 CIDSTEM Cellule Staminali e Medicina Rigenerativa

Direttore- Prof. Michele De Luca

 Il Centro Interdipartimentale Cellule Staminali e Medicina Rigenerativa (CIDSTEM) dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia ha sede presso il Centro di Medicina Rigenerativa “Stefano Ferrari”, punto di riferimento internazionale per le terapie avanzate mediante l’utilizzo di cellule staminali epiteliali. Dispone di un’officina farmaceutica di produzione autorizzata GMP (Good Manufacturing Practice).

Il primo prodotto attualmente disponibile è una coltura di cellule staminali corneali per la ricostruzione della cornea gravemente danneggiata da ustioni chimiche e termiche della superficie oculare con conseguente deficit di cellule staminali limbari.

Altri prodotti di terapia cellulare e genica, ottenuti da colture di cellule staminali di diversi epiteli di rivestimento, sono in fase di sviluppo pre-clinico o di sperimentazione clinica. Il CIDSTEM offre inoltre un servizio di implementazione di ricerca e sperimentazioni cliniche, approvate dagli enti regolatori, di terapie avanzate che prevedono colture cellulari in GMP.

 

 

 

I LABORATORI DEL TECNOPOLO DI MIRANDOLA:

 

ToP Tossicologia e Proteomica

Responsabile scientifico, Prof. Aldo Tomasi

Il laboratorio ha sede presso il Tecnopolo di Mirandola inaugurato ad inizio 2015. Come gli altri del settore biomedicale, si propone come partner di riferimento delle imprese nel caso si debbano affrontare situazioni scarsamente codificate, su prodotti e processi avanzati o “border line” o, ancora,  nell’ambito delle “advanced medical therapies”.

Servizi tecnico-scientifici ToP:

  • Analisi quanti-qualitative su campioni, anche in sistemi di simulazione di utilizzo.
  • Tecniche microanalitiche di base ed avanzate, con utilizzo di UPLC-GC-Spettometria di massa.
  • Identificazione e quantificazione di proteine in diverse matrici biologiche.
  • Valutazioni tossicologiche e metaboliche.
  • Valutazioni su invecchiamento accelerato
  • Verifiche di qualità

Ricerca applicata ToP:

  • Biocompatibilità e tossicologia, edattivazione metabolica con metodologie avanzate e in aggiunta alle norme di settore
  • Preparazione e presentazione di lavori scientifici di posizionamento e di confronto tra materiali e dispositivi già esistenti sul mercato o di nuova introduzione.
  • Partecipazione a progetti finanziati di ricerca applicata e sviluppo del prodotto.

 

 

MaB Microscopia Applicata e Biologia Cellulare

Responsabile scientifico,  Prof. Massimo Dominici

 

Caratteristica comune dei laboratori del Tecnopolo di Mirandola, è la volontà di fornire alle aziende del settore industriale dei dispositivi medici servizi di ricerca applicata, di sviluppo industriale e di convalida di prodotti riguardanti materiali e tecnologie innovative per le scienze della vita.

 

Servizi tecnico-scientifici MaB:

  • Microscopia ottica applicata a materiali e campioni biologici
  • Colture cellulari in supporti bidimensionali e relative valutazioni
  • Quantificazione soluti biologici rilasciati durante il contatto cellula-biomateriale
  • Isolamento ed espansione di cellule staminali, differenziamento cellulare e iPS
  • Colture cellulari in 3D
  • Citometria a flusso e sorting cellulare
  • Istologia e valutazioni multiparametriche con anticorpi monoclonali
  • Amplificazione acidi nucleici, analisi di espressione di mRNA, saggi ELISA, AlphaLisa e label free
  • Biologia molecolare
  • Valutazione interazione cellule e materiali mediante modelli preclinici di “in vivo imaging”

 

Ricerca applicata MaB:

  • Valutazione di biocompatibilità tra biomateriale e matrice biologica in vitro e in vivo
  • Valutazione dell’efficacia dei dispositivi medici mediante l’utilizzo di metodologie basate sul contatto diretto con cellule e tessuti biologici, in particolare cellule staminali o tessuto specifico
  • Esecuzione di protocolli, raccolta e analisi dati per rapporti interni o pubblicazioni riguardanti lo sviluppo di prodotti e processi, la conferma di sicurezza dei dispositivi, indicazioni d’uso e risultati terapeutici attesi.

 

 

 

MS2 Materiali, Sensori e Sistemi

Responsabile scientifico Prof. Luigi Rovati

 

I laboratori del biomedicale, rivolgono la loro attenzione alla fattibilità e all’introduzione di nuove tecnologie, alla definizione e alla caratterizzazione di prodotti e processi attuali, alla formazione e all’ospitalità di ricercatori delle aziende e, ancora, alla partecipazione congiunta a programmi di ricerca regionali, nazionali ed europei.

 

Servizi tecnico-scientifici MS2:

  • Sviluppo di hardware e software ad-hoc
  • Caratterizzazione metrologica di materiali, sensori e sistemi
  • Misure e convalida di processi
  • Misure elettroniche e ottiche
  • Sviluppo e realizzazione di materiali innovativi, biocompatibili e funzionalizzati
  • Progettazione di micro e nano sistemi elettronici e optoelettronici
  • Progettazione e realizzazione di macro e micro-sistemi fluidici

 

Ricerca Applicata MS2:

  • Studi di fattibilità per sistemi di natura ottica, elettronica, chimica, catene di misura e condizionamento di segnale
  • Redazione di specifiche ad hoc
  • Sviluppo di sensori e microsistemi innovativi
  • Definizione e verifica di target di disponibilità, affidabilità e manutenibilità.
  • Ricerca e sviluppo di sistemi di misura e sensori su specifica per applicazione
  • Definizione architetturale di sistemi “mission critical” e “life critical”, gestione della sicurezza e della “dependabilty” dei sistemi.

 

Tra gli aspetti rilevanti dell’attività dei tre laboratori del biomedicale, la tutela della proprietà intellettuale e la gestione di percorsi di convalida, certificazione ed approvazione di prodotti e processi innovativi.

 

 

 

Menu